Trova nel sito
Contattaci
Newsletter
ILLUMINAZIONE DELL'AMBIENTE DI LAVORO - BUSINESS NOTARILE
16488
post-template-default,single,single-post,postid-16488,single-format-standard,bridge-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

ILLUMINAZIONE DELL’AMBIENTE DI LAVORO

illuminazione nel posto di lavoro

ILLUMINAZIONE DELL’AMBIENTE DI LAVORO

Spesso lasciata al caso o affidata al solo senso estetico, l’illuminazione dell’ambiente di lavoro è fondamentale per un lavoro meno stressante per la vista e quindi per la mente.

Quali i requisiti qualitativi classici dell’illuminazione?

– Sufficiente livello d’illuminazione
– Brillanze distribuite armoniosamente
– Limitazione dell’abbagliamento
– Assenza di riflessioni
– Buona ombreggiatura
– Giusta colorazione
– Resa cromatica adeguata

Ma … a questi ora si sono aggiunti:

– Cambiamento delle situazioni di luce
– Variazioni individuali
– Efficienza energetica
– Integrazione della luce diurna
– Luce come elemento caratterizzante dell’ambiente

Prendete ad esempio un parametro classico quale l’abbagliamento da fonte luminosa.
Esso può generare alcuni effetti inaspettati quali:

– il calo di concentrazione
– L’aumento del margine di errore
– La stanchezza cronica

L’avreste mai pensato?

La luce naturale e la luce artificiale nell’ambiente di lavoro devono avere uno studio di fondo.
Dove la prima viene meno allora si interviene attraverso l’illuminotecnica che consente di individuare la giusta fonte luminosa in base a parametri specifici derivanti da un’attenta analisi dello stato dei luoghi.
La luce si può progettare correttamente a vantaggio di chi la utilizza, soprattutto nel luogo di lavoro.

No Comments

Post A Comment