Trova nel sito
Contattaci
Newsletter
la comunicazione empatica e' efficace? - BUSINESS NOTARILE
16909
post-template-default,single,single-post,postid-16909,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

la comunicazione empatica e’ efficace?

comunicazione empatica

la comunicazione empatica e’ efficace?

La comunicazione empatica è la strada che porta comprendere il mondo interiore altrui evitando i giudizi. Si arriva a questo obiettivo grazie a due tecniche:

  • l’ascolto attivo
  • la comprensione

Etimologicamente il termine empatia deriva dal greco e fa riferimento alla capacità di vedere il mondo attraverso gli occhi di un’altra persona. Chi è empatico riesce a comprendere il mondo interiore di un altro (affetti, pensieri, emozioni) senza però farli propri.

Nelle relazioni interpersonali spesso ci domandiamo come mai sia così difficile raggiungere i risultati prefigurati:

Pensate ad un commerciale che non riesce concludere la vendita, ad una coppia dove i due non riescono a convincersi o al responsabile del personale che ottiene con molta difficoltà l’obbedienza dei propri collaboratori.
Pensate che nella maggior parte di questi casi chi si trova in difficoltà si lagna dicendo:


“Eppure le ho provate ma non mi ascolta! E’ impossibile andarci d’accordo!”.

Siamo sicuri che sia vero? Esiste la possibilità che noi pensiamo che tutti ragionino come noi, ma in realtà la mente dei nostri interlocutori è diversa dalla nostra.

Le sue esperienze, le sue convinzioni, i suoi valori e i suoi filtri mentali creano in lui una “Mappa del Mondo” completamente difforme dalla nostra.

Uno dei segreti della comunicazione efficace risiede nello sviluppare una grande abilità: decodificare velocemente la mappa del mio interlocutore, adeguarmi ad essa e costruire l’approccio a lui più adatto.

Tutto sembra facile e lo sarebbe, peccato che poi ci sia un meccanismo di risparmio energetico nel nostro cervello che a volte rappresenta il nostro punto debole: la voglia di non cambiare e di pretendere mutamenti nella nostra vita senza il minimo sforzo.

La difficoltà più grossa risiede nella capacità di adeguarsi agli altri: vogliamo che le persone cambino senza modificare il nostro comportamento.

In PNL diciamo:
“Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere quello che hai sempre ottenuto”.

In sostanza, siamo quindi responsabili al 100% dei risultati nella comunicazione, sia in positivo che in negativo.

La comprensione empatica è centrata sul come il nostro interlocutore stia raccontando e non solo sul contenuto, oggetto di una comunicazione più tecnica o intellettuale.
Il focus è quindi sulle sfumature emotive che colorano la narrazione e che forniscono informazioni sullo stato emozionale dell’interlocutore .

La comunicazione empatica, che porta dunque alla comprensione empatica, si basa su tre elementi principali:

  • Trasparenza: Si può non essere d’accordo con qualcuno e glielo si può dire, ma mentire blocca la comunicazione.
  • Autocontrollo: Non immedesimarsi e proporre le proprie reazioni, non sempre si è a caccia di consigli;
  • Accettazione incondizionata: evitare di giudicare il comportamento dell’altro, ma focalizzarsi su cosa prova

Per fare in modo che l’altro si apra e ci dia l’opportunità di comprenderlo è necessario dare dimostrazione di saper ascoltare. Ascoltare non significa stare immobili e non interloquire. Anche l’ascolto è un comportamento proattivo attraverso cui dimostrare di essere in grado di comprendere l’altro.

Evitate quindi questi blocchi della comunicazione:

  • atteggiamento indagatore più attento ai particolari di ciò che è accaduto;
  • imposizione di soluzioni in base alla propria esperienza.
  • frasi consolatorie generaliste
  • espressione di giudizi personali

Dovete evitare ogni domanda? No di certo: é utile chiedere chiarimenti, ad esempio riassumendo quanto è stato raccontato. Questo dà modo all’interlocutore di verificare la nostra comprensione. 

Altri consigli?

Quattro ore di corso intensivo sono sufficienti per comprendere i rudimenti di una comunicazione efficace e iniziare a fare la differenza nella comunicazione.

Una comunicazione efficace produce miglioramenti in ogni ambito della propria vita lavorativa e personale, ogni investimento di tempo in questa direzione è un’ottima mossa per tentare un approccio diverso perché “Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere quello che hai sempre ottenuto”.
Chiedici di più

Scegli un orario nel quale preferisci essere contattato e lascia il tuo numero di telefono


dalle 9 alle 11dalle 11 alle 13dalle 14 alle 16dalle 16 alle 18dopo le 18

Accetto Privacy e trattamento dei dati personali

No Comments

Post A Comment