Trova nel sito
Contattaci
Newsletter
L’importanza della comunicazione nel proprio studio - BUSINESS NOTARILE
16916
post-template-default,single,single-post,postid-16916,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

L’importanza della comunicazione nel proprio studio

comunicazione nello studio

L’importanza della comunicazione nel proprio studio

Sempre più spesso vengo contattato per risolvere esigenze di comunicazione con richieste di miglioramento della gestione della clientela o per imparare a gestire atteggiamenti non graditi dei collaboratori nei confronti del proprio datore di lavoro.

Nel primo caso ascoltando queste richieste si corre il rischio di restare troppo in superficie senza chiedere specificatamente in “cosa”, ovvero secondo  quali parametri,  viene misurata l’esigenza di miglioramento nella comunicazione con la clientela. 

Nel secondo caso, gli atteggiamenti possono essere:

  • consci: ne è consapevole chi li attua, chi li subisce, chi li osserva
  • inconsci: ne è consapevole chi li subisce e chi li osserva, ma chi li attua no. 

Ci sono anche casi in cui gli atteggiamenti sono consci per chi li attua ma in chi li subisce sortiscono un effetto diverso e chi li osserva può valutarli in modo analogo a uno dei due o addirittura in modo completamente differente.

Le parole, l’atteggiamento, l’uso della voce, possono variare moltissimo le impressioni di chi è diverso dall’emittente.

A chi non è capitato di dire la cosa giusta nel modo sbagliato? A chi non è capitato di essere frainteso? Chi riconosce spesso in altri atteggiamenti che questi non sanno di avere?

Come vedete la comunicazione è un terreno minato. L’insieme di parole, uso della voce e uso del corpo, possono produrre effetti diversi da quelli attesi e se a questo mix si aggiungono atteggiamenti inconsci che nascono da paure, da aggressività, da problemi con tingenti, ecco che la mina rischia di far saltare tutto …. e tutti.

Come evitare incomprensioni e difficoltà comunicative?

Attraverso una comunicazione efficace raggiunta attraverso la consapevolezza dell’utilizzo dello “strumento comunicazione”

Comunicare infatti è semplice una volta conosciuti i meccanismi che regolano la comprensione tra le persone e le modalità preferite con cui queste ascoltano i messaggi.

Voglio regalarvi i primi tre segreti per migliorare la comunicazione:

  • Il primo è ascoltare l’altro ed evitare di iniziare a “parlarsi dentro” completando il discorso dell’altro prima che questi abbia finito
  • Il secondo è ripetere quello che ha detto, per accertarsi che le cose stiano come le abbiamo intese 
  • Il terzo è chiedere chiarimenti in caso di dubbio

Questi tre accorgimenti renderanno la vostra comunicazione migliore, aumentando la concentrazione sull’argomento, dando attenzione all’interlocutore, rafforzando questa convinzione ripetendo il concetto ed eventualmente chiedendo chiarimenti o delucidazioni, segno di maggior attenzione.

Esistono decine di altri accorgimenti che andremo a scoprire per migliorare la comunicazione e se siete interessati ad un evento personalizzato presso il vostro studio, contattateci

Scegli un orario nel quale preferisci essere contattato e lascia il tuo numero di telefono


dalle 9 alle 11dalle 11 alle 13dalle 14 alle 16dalle 16 alle 18dopo le 18

Accetto Privacy e trattamento dei dati personali

No Comments

Post A Comment